A seguito di un’attenta verifica delle denunce di versamento mensili inoltrate dal 1° ottobre 2000 dalle imprese iscritte alla Cassa Edile di Vicenza, si sono riscontrati numerosi errori ed imprecisioni negli importi calcolati ed esposti nelle stesse denunce a titolo di trattamenti di malattia ed infortunio erogati al personale operaio in attuazione delle previsioni contrattuali, portati in deduzione degli accantonamenti e contributi dovuti per il singolo periodo di competenza.

Ciò ha comportato, oltre ad un notevole aggravio del lavoro amministrativo di acquisizione dei dati, l’insorgere di contenziosi con le imprese ed i loro consulenti in ordine alla congruità ed accettazione dei dati esposti in deduzione.

Per tale motivo il Consiglio di Amministrazione della Cassa Edile, per evitare il ripetersi di tali contenziosi, ha deliberato di ripristinare, con effetto dalle denunce relative al mese di ottobre 2001, il cui termine di presentazione scadrà il 20 novembre 2001, il sistema del rimborso dei trattamenti di malattia ed infortunio anticipati ai lavoratori, già precedentemente adottato dalla Cassa Edile di Vicenza.

Conseguentemente, da tale periodo, nessun importo dovrà essere esposto nel rigo “M” del riepilogo mensile in quanto i relativi trattamenti saranno oggetto di apposita liquidazione e pagamento da parte della Cassa Edile.

La Cassa Edile di Vicenza procederà ad inviare a tutte le imprese iscritte i nuovi modelli di denuncia con le necessarie variazioni apportate a seguito della delibera del Consiglio di Amministrazione.